Certificazioni

La certificazione psicodiagnostica è il prodotto di un processo di indagine fondato sull’utilizzo di due strumenti principali: gli strumenti standardizzati (test, proiettivi,questionari, prove di livello, scale cliniche, valutazioni neuropsicologiche, ecc..) , specifici della psicodiagnosi e i colloqui clinici, specifici della psicologia clinica.

L’unione di questi due strumenti permette una globale e completa valutazione psicologica e cognitiva della personalità, l’individuazione dei processi psicologici e psicopatologici di un singolo soggetto, l’identificazione delle sue risorse e delle sue problematicità.

Le indagini psicodiagnostiche possono essere effettuate sia in ambito clinico che in ambito peritale.

L’indagine psicodiagnostica può essere condotta in ambito clinico come fase preparatoria ad una psicoterapia, permette di approfondire la conoscenza relativa alle caratteristiche personali e relazionali di un individuo, nonché al suo quadro sintomatologico; aiuta il professionista nella definizione degli obiettivi terapeutici e gli permette di programmare un piano terapeutico individualizzato e mirato, commisurato alle risorse e alle esigenze della persona. nella fase conclusiva della terapia invece viene utilizzata per valutare i progressi raggiunti.

In ambito peritale l’indagine psicodiagnostica, anche se utilizza gli stessi criteri di base delle valutazioni psicodiagnostiche generali, si struttura secondo modalità differenti. In tali casi il soggetto valutato non è il “referente finale” in quanto le valutazioni vengono richieste generalmente da terzi (un magistrato, un avvocato o un medico legale) e sono indirizzate ad uno scopo legale e non clinico. All’interno del contesto forense, la valutazione psicodiagnostica permette di pervenire ad un’approfondita conoscenza delle condizioni psichiche dell’interessato, in linea con le richieste del Diritto e con le finalità dei procedimenti giudiziari in essere.

Di sotto l’elenco delle certificazioni psicodiagnostiche che possono essere richieste ai professionisti di “Studi Professionali Psicologia Giuridica”:

▪ Certificazioni per il rilascio/rinnovo delle patenti di guida e porto d’armi

▪ Valutazione e certificazione per sottoporsi ad intervento chirurgico

  • valutazione della presenza di eventuali disagi o patologie psichiche che rendono controindicato l’intervento (chirugia bariatrica, parto cesareo nei casi di tocofobia)
  • valutazione della motivazione e dello stato di consapevolezza al cambiamento (intervento di riattribuzione del sesso)

▪ Valutazione neuropsicologica e delle capacità cognitive

  • patologie connesse all’invecchiamento, demenze, traumi cranici, ictus ecc…
  • rilascio dell’invalidità a seguito di incidenti stradali o sul lavoro
  • disturbi specifici dell’apprendimento (dislessia, digrafia, disortografia, discalculia)